Homepage

Risultati immagini per logo erasmus + co funding

Il progetto europeo Erasmus+ KA201 “Accompagnare i potenziali di sviluppo nella prima educazione 0-6” (Edu B612) mira a sviluppare e validare un modello educativo innovativo per bambini da 0 a 6 anni, trasferibile a livello Europeo, basato sulle più moderne teorie neuro-psico-pedagogiche della pratica didattica, che possano essere applicato concretamente nelle scuole d’infanzia.
Gli obiettivi del progetto:
-Creazione di un network internazionale di specialisti e di organizzazioni che veda la stretta collaborazione tra il mondo accademico, gli enti di formazione di insegnanti e le istituzioni educative per la promozione dell’istruzione innovativa e di qualità nella prima infanzia
-La creazione di nuovi curricula per insegnanti per lo sviluppo delle competenze necessarie per adottare un modello educativo sperimentale nella prima infanzia
-Un nuovo orientamento all’educazione della prima infanzia attraverso la realizzazione di un libro bianco su approcci e modelli educativi sperimentati nella fascia di età 0-6 anni,destinato agli enti pubblici e ai decisori a livello nazionale ed europeo. I partner del progetto rappresentano a diversi livelli le istituzioni educative: Polo Europeo della Conoscenza (Italia) rete permanente di scuole attiva a livello nazionale, Università Gazi di Ankara (Turchia) con il dipartimento della prima infanzia, il Dipartimento dell’Educazione della regione autonoma di Castilla y Leon (Spagna), il Provveditorato agli studi della provincia di Panevezys (Lituania), Clementoni s.p.a. (Italia). Al fine di dare un maggiore impatto al progetto dal punto di vista politico-decisionale due dei partner sono enti nazionali e provveditorati agli studi in grado di avere un impatto su centinaia di scuole (4000 Spagna e 300 Lituania). Infine il coinvolgimento di un’azienda operante nel settore del gioco educativo permetterà al progetto di arricchire la sua visione pragmatica e l’ideazione di materiali concreti per stimolare i potenziali di sviluppo con la creazione di un brand di strumenti educativi validato dagli esperti del progetto. Sono inoltre coinvolti nel progetto 12 partner associati fra cui università e scuole. La presenza attiva di questi partner si rende necessaria per favorire lo svolgimento della fase di ricerca: le scuole saranno infatti invitate a modificare l’assetto dei loro spazi e l’organizzazione delle loro lezioni secondo le strategie identificate. Il modello sarà strutturato attingendo a varie fonti teoriche: Vygotskij, Piaget, costruttivismo e co-costruttivismo. Queste teorie verranno messe in relazione alle moderne strategie educative quali i processi metacognitivi, la peer education ed il cooperative learning e in trasformate in moduli educativi per lo sviluppo di processi specifici (linguaggio, logico-matematico, motorio, affettivo-emotivo-relazionale). Questi metodi diventeranno il vero e proprio centro dell’insegnamento nella quotidianità e punto di riferimento per il docente nella sua pratica educativa. Tre macro-laboratori caratterizzeranno il modello saranno: il laboratorio dei linguaggi (“dire”), il laboratorio della produzione e del pensiero (“fare), infine il laboratorio che svilupperà l’area emotivo-affettivo-relazionale (“baciare”).
Le metodologie sviluppate terranno in particolare attenzione l’inclusione di tutti i bambini al di là dei loro talenti, del potenziale, delle difficoltà o disabilità.Il modello Edu B612 avrà un approccio motivazionale e di potenziamento dei talenti e delle capacità individuali dei bambini,attraverso sistemi educativi di aiuto nei quali gli educatori non andranno a sostituirsi a loro o a sovraccaricarli di nozioni, ma forniranno stimoli funzionali all’apprendimento e al benessere emotivo e li accompagneranno nell’esperienza di crescita. Verranno sviluppati strumenti pratici con materiali ideati dagli educatori per lo sviluppo delle aree di processo, adattati e adattabili, tenendo in considerazione lo sviluppo prossimale delle capacità legate alle competenze e la metacognitiva, l’apprendimento cooperativo e l’educazione tra pari. In quest’ottica tutte le metodologie sviluppate porranno particolare attenzione all’inclusione di tutti i bambini al di là del loro potenziali, di difficoltà o disabilità. I moduli di formazione e di applicazione verranno validati scientificamente all’interno delle scuole. I risultati della ricerca, sperimentazione, validazione e formazione saranno oggetto della produzione di un libro bianco sui nuovi approcci e modelli educativi rivolto ai decision e policy maker, e con diversi articoli scientifici sarà divulgato a livello europeo. Tutti i materiali formativi prodotti saranno messi a disposizione degli educatori interessati sulla piattaforma online del progetto. Inoltre sarà prodotto un toolkit che raccoglierà le attività laboratoriali create durante la sperimentazione del progetto.